Arancine….fimmine sono!!

Paese che vai cibo da strada che trovi!
 A Palermo, città di Roberta/Pupaccena, la regina del food street è l’ArancinA, come lei ben descrive nel suo post. Si legga bene Arancin-A, fimmina, quella tonda e grande quanto un’arancia o quasi, da non confondersi con l’Arancin-O, masculo, che invece è a punta ed è catanese.  L’MTChallenge di questo mese proposto da Roberta/Pupaccena, se non lo avete capito è dedicato alle ArancinE. Altra sfida davvero importate e impegnativa. Perchè se la preparazione in se non è difficile, la preparazione è lunga e per una che come me che sta in casa con i minuti contati l’organizzazione delle varie fasi è stata un obbligo.
Giorno 1…in casa per circa 1 ora e mezza..Brodo vegetale, circa 3 litri
sedano
carota
cipolla
burro
parmigiano
olio
sale
Ho lavato tutto, tagliato a pezzettoni e fatto cuocere per circa 1 ora e un quarto.
Giorno 2…..torno a casa un pochino prima….mi dedico al Risotto
1/2 kg di riso originario
cipolla tritata finemente
brodo vegetale bollente
burro
parmigiano
sale
olio
In una pentola versare dell’olio e mettere ad appassire la cipolla. Aggiungere il riso e farlo tostare un pochino. aggiungere il brodo vegetale e mano a mano che il riso lo assorbe aggiungerne dell’altro. Il tutto sempre mescolando ben bene. Spegnere la fiamma un po’ prima della fine della cottura e mantecare con del burro e del parmiggiano.
Versare il tutto in una teglia e far raffreddare bene. Io poi l’ho conservato in frigo overnight.
Dopo aver risottato scopro che il giorno dopo saremo in parecchi ad assaggiare queste arancinE e quindi…
Giorno 3 mattina…completamente libera, affido la casa al marito, tolgo dal frigo il risotto della sera prima,  e di nuovo Risotto( altro mezzo kilo, per fortuna il brodo era abbondante) e preparo i  Broccoli (una delle farciture) e visto che dovrò friggere mi dedico anche al contest di Mariella….ma di questo parleremo in uno dei prossimi post.
I broccoli puliti e lavati li salto velocemente in padella con un filo di olio, uno spicchietto d’aglio, un pochino di sale ed una puntina di peperoncino.
Giorno 3 dopo pranzo……preparo le ArancinE, cioè comincio a dare loro forma cercando di farle tutte uguali (per distinguerle ho fatto quelle al burro un pochino più grandi delle altre). Le metto da parte.
Per le

Arancine al burro

 

150 ml di latte

15 gr di farina
10 gr di burro
sale
noce moscata
50/60 gr di prosciutto cotto tagliato a cubettini
100 gr di scamorza a dadini


Ho preparato la besciamella in cui poi ho aggiunto la scamorza ed il prosciutto

Per le

Arancine Partenopee

 

Broccoli 
salciccia
mozzarella a cubettini

In entrambi i casi ho seguito la procedura di Roberta/Pupaccena.

Ho preparato la Lega
500 ml di acqua
250 gr di farina
sale
Ho mescolato il tutto in un contenitore con bordi molto alti e ho lasciato riposare.
Nel frattempo ho preso le arancinE assemblate in precedenza e le ho farcite.
Ho immerso una arancinA alla volta nella lega e dopo averle immerse tutte le ho passate in abbondante pane grattugiato.
Ho fritto il tutto in una grande wok con olio extravergine di oliva

 

Con queste ArancinE partecipo all’ MTChallenge del mese di novembre

Ps: Avrete notato la pallina di Natale che compare in tutte le foto….me l’ha regalata la mia amica Paola e l’ha fatta con le sue manine d’oro. Quando l’ho vista ho pensato di dare un tocco Natalizio alle arancine infiocchettandole…In fondo tra un mese è Natale! ahahhahahahahah

Partecipo alla raccolta di Tiziana

 

No Comments

Leave a Comment