Brioche di Glynn Purnell

 
 
La ricetta di questa brioche l’ho scoperta allo StarBook di questo mese. Se non lo conoscete è un blog  progetto a cui collaborano tantissime brave blogger, 9 per essere precise. Ogni mese decidono di testare la veridicità e la fattibilità di ricette proposte nei libri di tantissimi autori/chef . Scelgono un libro di un autore specifico, ognuna di loro sceglie quale ricetta rifare e la rifà seguendo alla lettera le indicazioni date, dopodichè la giudica promuovendola o bocciandola in base ad una serie di  caratteristiche che possono andare dal tipo di ingredienti scelti – al tipo di cottura proposto – alla tecnica usata, senza dimenticare la resa e la bontà del piatto che stanno provando. Insomma passano il libro praticamente al microscopio.
Trovo questo lavoro davvero bello e utile e fidandomi ciecamente di ognuna di loro so se davvero vale la pena comprare un libro piuttosto che un altro.
 
Questo mese il libro è Cracking Yolks & Pig Tales di Glynn Purnell. Il giudizio finale lo trovate qui
 
 
Nel leggere le varie ricette testate sono rimasta incantata da questa Brioche, eseguita da Patty/Andante con Gusto

 

 Brioche di Glynn Purnell

Ho dimezzato le dosi indicate

250 125 ml di acqua tiepida
40 g di lievito di birra fresco 3 g di lievito secco
850 425 g di farina forte più extra per spolverare
75 37 g di zucchero semolato
20 10 g di sale
275 137.5  g di burro salato, freddo e tagliato a dadini
6 3 uova grandi da allevamento a terra

Di mio ho aggiunto

latte per spennellare
zucchero di canna a coprire

A me piace sempre preparare un preimpasto che secondo me da agli impasti quel qualcosa in più.

Nel Bimby
Innanzitutto mettete il boccale in congelatore per circa mezz’ora. Ponete nel boccale il burro freddo, il sale e 200 g di farina…20 sec vel 7-8. Si formerà un composto sabbioso che bisogna riporre in frigo immediatamente

Versate nel boccale 100 ml di acqua, 100 di farina, il lievito e tutto lo zucchero…vel 6 per 25 secondi.
Lasciate riposare nel boccale per circa 30-40 minuti

Aggiungete la restante farina e acqua…vel 7 per 30 secondi per 2 volte
Lasciate lievitare fino al raddoppio

Rompete le uova in un’altra ciotola.
Una volta che la pasta è raddoppiata, aggiungere il composto bricioloso all’impasto, lavorando a bassa velocità.
Aggiungete le uova, una alla volta, sempre a bassa velocità fino a che non saranno state ben incorporate dopodichè aumentate la velocità a 7 e lavorate per 30 secondi e poi vel spiga per 30 secondi per due volte (serve a far incordare l’impasto)
Fate lievitare fino al raddoppio all’interno di uno stampo da plumcake rivestito con carta forno.

Accendete il forno a 190°C, spennellate la superficie dell’impasto con del latte e ricopritelo con dello zucchero di canna. Infornate per circa 25/30 minuti
E’ cotto quando battendo il fondo della brioche si sentirà un suono sordo

Fate raffreddare su una gratella.

L’ho A D O R A T A !! è profumata, non è dolcissima, è morbida che non si può credere,  vorrei dire anche io che rimane morbida per giorni ma è finita in un’ora!!  E poi quella bella crosticina che si è formata sopra…..mmmm gnammmeeee!!!
Noi l’abbiamo gustata con una buonissima marmellata di limoni

 

No Comments

  • Valeria 15/10/2014 at 10:35 AM

    le brioche sono qualcosa di irresistibile! vedo che tu hai limitato il danno evitando di fare la cremina!! 😉
    perchè non partecipi al redone http://starbooksblog.blogspot.it/2014/10/starbooks-redone-di-ottobre-2014.html ?
    a presto
    Valeria

    Reply
  • consuelo tognetti 02/10/2014 at 8:36 PM

    Wow, ha un aspetto delizioso 😀 Complimenti!

    Reply
  • Acquolina 02/10/2014 at 4:23 PM

    si vede che era morbidissima, stupenda! le brioche danno una bella soddisfazione, la devo provare, ma senza bimbi, 😀
    ciao!

    Reply
  • Araba Felice 02/10/2014 at 3:56 PM

    No vabbè, già era convincente quella fatta da Patty, ora la tua…vado ad aprire il libro a quella pagina 😉

    Reply
  • Antonietta 02/10/2014 at 1:37 PM

    L'avevo vista da Patty e mi aveva conquistata, ora che la vedo qui da te sento forte l'impulso di farla anche io. Complimenti, è davvero bella

    Reply
  • Patty 02/10/2014 at 12:25 PM

    Cioè, se non l'avessi già fatta e sapessi che la ricetta è stupenda, la farei immediatamente. Ma guarda che stupenda alveolatura. A me per esempio non ha fatto la spaccatura sulla capocchia…è rimasto liscio e gonfio, ma il tuo mi piace di più, è rustico, sembra di una morbidezza scioglievole. Oddio, lo rifaccio di corsa nel week end. Sei grandissima! Un bacione cara Rosaria.

    Reply
  • Rosaria Orrù 02/10/2014 at 12:00 PM

    lo è lo è

    Reply
  • Lara Bianchini 02/10/2014 at 10:40 AM

    sembra una cosa da fine del mondo…

    Reply

Leave a Comment