Chiacchiere di carnevale

 

Sono un dolce tipico del periodo di carnevale. Come per tanti piatti della tradizione, in ogni regione e città la ricetta si diversifica per qualcosa, ma la cosa impressionante sono la quantità di nomi che hanno!

Da Wikipedia:

  • bugie , italianizzazione del ligure  böxie;
  • cenci o crogetti, strufoli o melatelli (se con miele) (Toscana);
  • chiacchiere (Milano, Parma, La Spezia, Sassari, Centro-Sud)
  • cioffe (Sulmona);
  • cróstoli o cróstołi o gròstoi (Ferrara, Veneto, Trentino, Venezia-Giulia)
  • crostoli o grustal (Ferrara);
  • cunchiell’ o qunchiell ( Molise);
  • fiocchetti (Montefeltro e Rimini);
  • frappole (Bologna);
  • frappe (Roma, Viterbo, Perugia e Ancona);
  • gałàni o sosole (Venezia, Verona, Padova);
  • gale o gali (Vercelli e Bassa Vercellese);
  • gasse (Bassa Vercellese);
  • guanti (Caserta);
  • gròstołi o grostoli (Trento);
  • intrigoni (Reggio Emilia);
  • lattughe o latǖghe (Mantova);
  • maraviglias (Sardegna);
  • rosoni o sfrappole (Modena, Bologna, Romagna);
  • saltasù (Brescia);
  • sfrappe (Piacenza);
  • risòle (Cuneo e sud del Piemonte);
  • e ancora stracci, lasagne, pampuglie, manzole, garrulitas.

Qui da noi un tempo venivano chiamate anche ‘e pampuglie.

 

Le Chiacchiere

300 g farina + farina per la spianatoia
3 uova (io 2 grandi)
50 gr burro morbido
sale

olio per friggere
zucchero semolato

Impastare tutti gli ingredienti insieme. Avvolgere l’impasto in una pellicola e metterlo a riposare in frigo per circa 20/30 minuti.
Trascorso questo tempo, stendere l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata. Più sottile viene steso più croccanti saranno le chiacchiere. A me piacciono croccanti, quindi l’ho steso fino a farlo diventare trasparente.

Con una rotella per ravioli tagliare le chiacchiere a forma di nastrino e friggerle in olio bollente.
Una volta dorate, metterle in un piatto rivestito con carta assorbente e poi ancora calde coprirle con lo zucchero semolato.

 

No Comments

  • sorrisone 05/02/2014 at 8:38 PM

    le chiacchiere…da noi "i Cenci" sono davvero buoni e peccato che si fanno solo a carnevale perchè io ne sono una divoratrice incallita! bravissima, la tua ricetta mi piace!
    Coscina di pollo

    Reply
  • veronica 04/02/2014 at 7:42 PM

    sosi sono buonissime qualsiasi sia il loro nome sono troppo buonee

    Reply

Leave a Comment