Cornetti di Pane all’olio

 

E’ un pò di tempo che mi cimento nel pane fatto in casa e devo dire che la soddisfazione è tanta tanta. L’altra settimana sulla mia bacheca di Fb l’attenzione è ricaduta su dei bellissimi panini  a forma di chiocciola. La ricetta è di Gabriele Bonci. L’unica differenza è che ho usato il lievito madre. Trovo che il pane sia molto più buono quando lo si usa, voi non trovate? Il mio lievitino soggiorna nel mio frigo oramai da 2 anni, più o meno, e devo dire che se sopravvive con me c’è speranza per tutti. ^-^

Come l’ho avuto? E’ stato un passaggio di mano: me ne ha regalato un pezzettino mia cugina, a lei lo ha procurato il fidanzato che conosce un ragazzo che lavora in una panetteria. Pare che questo lievito sia centenario!

E tatannnnnnnn ecco a voi il mio lievitino…bello vero??

Panini all’olio

500 gr di farina 0
275 ml di acqua
3.5 gr lievito secco100 gr di lievito madre rinfrescato
35 ml di olio evo
10 gr di zucchero
10 gr di sale
Partiamo dal lievito madre. I panini mi servivano sabato nel pomeriggio. I rifreschi li ho cominciati il giovedì. Ho preso il mio bel lievitino dal frigo nel pomeriggio e la sera e ne ho prelevato 100 gr circa, ai quali ho aggiunto 100 gr di farina 0 e 50 gr di acqua. Ho impastato fatto riposare circa un’ora e po l’ho rimesso in frigo.
La mattina del venerdì l’ho messo di nuovo fuori dal frigo e sono andata a lavorare.
A ora di pranzo l’ho rinfrescato di nuovo e l’ho lasciato a temperatura ambiente. La sera del venerdì ho impastato il pane.

 

Nel Bimby ho messo l’acqua lo zucchero e il lievito madre, 2 minuti a 50°C vel 7.
Ne ho usato 100 gr per un problema di tempistica, dovendo infornare il sabato nel tardo pomeriggio.
Ho lasciato riposare per circa 10 minuti.
Ho aggiunto l’olio, la farina e il sale, vel 7/8 per 50 sec e poi vel spiga per 1 minuto
Ho preso l’impasto l’ho unto in superficie e l’ho messo a lievitare tutta la notte, coperto da un canovaccio pulito, nel forno spento
Sabato mattina presto l’ho preso sgonfiato e steso col mattarello in forma rotonda. L’ho diviso prima in 4 spicchi e poi in 8. Ogni picchio l’ho arrotolato su se stesso partendo dal lato corto formando un cornetto.
Li ho rimessi a lievitare nel forno spento fino al pomeriggio.
Verso le 5 ho acceso il forno a 180°C. Quando è arrivato a temperatura ho infornato i panini, ma anche una ciotola con dei cubetti di ghiaccio. Servono a creare l’ambiente umido necessario a non far formare una crosta troppo croccante.

 

 I panini sono davvero buonissimi e non ho resistito alla tentazione di farcirne subito uno!

 

Con questa ricetta partecipo al contest di CarotinaAbbrustolita

 

in collaborazione con

 

 

No Comments

  • veronica 15/04/2013 at 11:21 PM

    rosariamammmasono fantastici complimenti

    Reply
  • Italians Do Eat Better 15/04/2013 at 5:46 PM

    Davvero splendidi!

    Reply
  • Antonietta 13/04/2013 at 9:57 PM

    Rosaria questi panini sono davvero invitanti!!!
    Quello che più mi ha colpito è la mollica, che immagino abbia la sofficità tipica dei panini, mentre la crosta è sottile.
    Hai centrato l'obbiettivo, complimenti!

    Reply
  • Bianchi Debora 12/04/2013 at 6:34 PM

    oh allora hai trovato poi la ricetta ^_^ bene bene! buonissimi questi cornetti.. salati mi piacciono un sacco ^_^

    Reply
  • Claudia 11/04/2013 at 9:54 PM

    fantastici veramente, grazie mille, inserisco subito!!

    Reply
  • Loredana 11/04/2013 at 7:03 AM

    Incredibili!!!
    Complimenti 😉

    Reply
  • Ribana Hategan 11/04/2013 at 3:59 AM

    Wow sono fantastici, complimenti! Bellissimo quel lievito, bravissima!
    Buona giornata!
    Baci

    Reply
  • consuelo tognetti 10/04/2013 at 10:45 PM

    Cornetti di pane??!!Che splendida idea..la prossima volta che panifico voglio dargli quella forma invece che il classico panino..mi piace tantissimo 🙂
    Io vorrei curare una PM ma se mi succede come con le piante (riesco a far morire anche quelle grasse) sarebbe commettere un omicidio!!!!
    Ci penserò, il gusto è sicuramente superiore!
    Brava cara :-*
    la zia Consu

    Reply

Leave a Comment