Croissant di Paul Hollywood

 

Comincio con le note:
1.  Usate burro tedesco, io l’ho trovato al discount, la differenza nel risultato è notevole! Comprando un burro diverso anche di ottima qualità si rischia il disastro: potrebbe fuoriuscire tutto e rovinare il risultato.
2.  Vi consiglio di lavorare ad una temperatura ambiente non superiore ai 21/22 °C, perché anche se tedesco, il burro tende a sciogliersi in fase di lavorazione
3.  Non abbiate fretta, seguite i tempi della ricetta: non è difficile, ma molto lunga.
500 g di farina (io 250 g 0 e 250 g 00)
10 g sale
80 g zucchero
10 g lievito di birra ( io 2 g di lievito secco)
300 ml acqua
300 g di burro freddo non salato (per la sfogliatura)
1 uovo per spennellare (io latte)
Il procedimento originale non prevede il lievitino, che invece io faccio di abitudine per tutti i lievitati.
Dal totale degli ingredienti
100 g farina 0
100 g acqua
2 g lievito
1 cucchiaino di zucchero
Mettete tutto in una boule e mescolate con una forchetta. Lasciate riposare finché non si formano tante bollicine in superficie.
Aggiungete tutti gli altri ingredienti e impastate tutti gli ingredienti insieme finché non si crea un impasto liscio e omogeneo e sodo.
Fate lievitare l’impasto fino al raddoppio
 
Nel frattempo stendete il panetto di burro in un rettangolo di circa 40×19 cm e tenetelo in frigorifero fino al momento di usarlo.
Sgonfiate e stendete l’impasto in un rettangolo 60×40. Appoggiateci sopra il burro in modo da coprirlo per due terzi. Ripiegate a libro in modo da intervallare uno strato di impasto e uno di burro. Praticamente, dovete ripiegare sul burro la parte di impasto che è libera e sopra a questa devi ripiegare la parte che invece è coperta dal burro (giro semplice).
Saldate bene i bordi facendo in modo che il burro non fuoriesca e riponete in frigo per circa 1 ora. 
Dopodiché comincia la sfogliatura:
Prendete il panetto dal frigo e ponete il lato corto verso di voi. Stendetelo in un rettagolo di circa 60×20. Sarà un pochino duro e difficilissimo da stendere! Ma niente si ottiene senza fatica, no?  Io faccio così, lo batto col mattarello dal basso verso l’alto e viceversa, partendo sempre dal lato corto finché non si ammorbidisce un pochino e poi comincio a stenderlo. Batto e stendo finchè non arrivo a formare il rettangolo richiesto.
Ripiegate a libro, saldate i bordi, ricopritelo con la pellicola e riponetelo in frigo per circa 1 ora.
Ripetete questo per altre 2 o 3 volte.
La ricetta originale prevede un riposo in frigo per almeno 8 ore.
Io ho prima formato i cornetti e poi lasciato riposare in frigo tutta la notte.
 
Stendete il panetto per l’ultima volta su una spianatoia infarinata e formate un rettangolo di circa 42×30. Rifilatelo in modo che risulti un rettangolo quanto più regolare possibile.
Dividitelo in due nel senso della lunghezza. Da ogni striscia ricavate dei triangoli che abbiano la base più piccola dell’altezza. Per ogni striscia dovreste ottenere circa 8 triangoli regolari.
Prendete un triangolo, con una mano tenete ferma la base e con l’altra tirate leggermente la punta. Arrotolate partendo dalla base fino alla punta ottenendo la classica forma del cornetto.
Procedete allo stesso modo per tutti i cornetti. 
A questo punto potete seguire  due vie
1.  li fate lievitare fino al raddoppio, li spennellate con un pochino di latte ( o uovo o uovo e latte) e li infornate a  200° C per circa 15-20 minuti
2.  li potete congelare. Disponeteli ben distanziati su una placchetta rivestita di carta forno e metteteli in congelatore. Una volta ben congelati potete trasferirli in un sacchetto. Quando ne avete bisogno li scongelate e li fate lievitare fino al raddoppio
 Ripeto io una volta formati li ho messi in frigo tutta la notte e la mattina dopo li ho recuparati riportati a temperatuta ambiente e infornati
Se siete arrivate/i a leggere fino in fondo siete degli eroi!!! Fidatevi se vi dico che è molto più semplice di quello che sembra, bisogna avere solo tempo a disposizione.
 Ho provato con questi cornetti la marmellata di limoni e devo dire che i due sapori, burroso il primo e leggermente acre il secondo, si sposano divinamente!

 

No Comments

  • consuelo tognetti 19/01/2015 at 7:14 PM

    O_O senza parole O_O
    Sono strabilianti!!!! Dove abiti che domattina vengo a fare colazione da te???

    Reply
  • LaDolceIlaria IlariaCarrese 19/01/2015 at 12:50 PM

    Stupendiiiii…..li devo fare!

    Reply
  • Rosaria Orrù 19/01/2015 at 11:20 AM

    Simo sono facilissimi!! bisogna solo avere mezza giornata libera

    Reply
  • Simo 19/01/2015 at 10:51 AM

    ma quanto sei stata brava!!!!!!!!! Sono da urlo!

    Reply

Leave a Comment