Filetto di maiale con mandorle, salsa ai mirtilli, riduzione di aceto balsamico e purè di patate

 

 

Ma come si può fare? Preparo un piatto lo fotografo e poi perdo le foto?? Considerando i tempi biblici che passano tra una mia pubblicazione e l’altra  queste sono cose che non possono….non devono accadere. Incredibile! Non mi era mai successo prima…per fortuna è una preparazione che è piaciuta molto a mio marito e quindi l’ho rifatta, per la sua gioia e quella di mio nipote Marco.

Per 2-3 persone

500 g di filetto di maiale
100 g di mandorla
100 g di speck
1 spicchio d’aglio
timo fresco
sale
olio

Per la salsa di mirtilli

125 g di mirtilli freschi

Per la riduzione di aceto balsamico

500 ml di aceto balsamico
2 cucchiai di zucchero
1/2 stecca di cannella
5/6 bacche di ginepro

 Per il purè di patate

350 g di patate
20 g di burro
latte
noce moscata
sale

Preparate il purè:
 
 Sbucciate e tagliate a dadini le patate. Mettele in una pentola e copritele con il latte. Io ho coperto a filo, ma se vi piace un purè più sodo potete aggiungerne un pochino meno. Fate cuocere finchè le patate non risultano belle morbide. Schiacciate il tutto con una forchetta, o se preferite passate tutto col minipimer. Condite col burro, il sale e la noce moscata.
 
 Preparate la riduzione:
 
Mettete in un pentolino tutti gli ingredienti e fate cuocere a fiamma moderata per circa 25/30 minuti. Si deve ridurre di circa la metà.
Lasciate  raffreddare.
 
Per il filetto:
 
Tostate le mandorle per qualche minuto in una padella. Lasciate raffreddare.
Ripulite il filetto da eventuale grasso e/o connettivo, non dovrebbe essere molto, e mettete da parte. Tagliate il filetto in medaglioni di circa 2,5 cm.
Tritate le mandorle tostate insieme a qualche rametto di timo e passateci i megaglioni di carne. Bardate ogni medaglione con una fetta di speck e legate con dello spago.
 
In una padella mettete uno spicchio d’aglio 2 o 3 rametti di timo e un filo d’olio. Fate scaldare, eliminate l’aglio e il timo, e aggiungeteci i filetti e lo scarto prodotto. Fate cuocere i filetti per 3-4 minuti per lato e poi sollevate tutto e mettete da parte il filetto, coperto da carta stagnola, mentre lo scarto lo elimintate.
 
Preparate la salsa di mirtilli
 
Nel frattempo che il filetto cuoce, lavate e poi frullate i mirtilli. Setacciate il tutto.
Subito dopo aver sollevato i medaglioni di carne dalla padella, introducete il passato di mirtilli. Mescolate con i succhi rilascati dal filetto in cottura e fate cuocere finchè non comincia a caramellizzare.
 
Impiattate a vostro piacere, ricordandovi di aggiugere sopra il filetto qualche goccia di riduzione di aceto balsamico.
 
“Con questa ricetta partecipo al contest Per un pugno di mandorle di Stefania, la Fornostar più famosa del web!
 
 

 

4 Comments

  • Vaty ♪ 27/05/2014 at 11:28 AM

    Carissima Rosaria.. mi sto immaginando questo mix incredibile di sapori (vengo dal contest di Stefi).. che dire.. che i tuoi abbinamenti mi fanno già viaggiare lungo la via del gusto…devo provare al più presto questa riduzione e quella salsa ai mirtilli. complimentissimi!!

    Reply
  • Italians Do Eat Better 12/05/2014 at 4:06 PM

    Sarebbe stato un peccato non vedere le foto di questo splendido piatto! Purtroppo capita anche a me di perdere le foto, sul blog mi mancano le fotografie dei primi due anni, pensa un pò…

    Reply
  • Tiziana Arosio 03/05/2014 at 9:57 AM

    Che spettacolo Rosy!!!! Mamma mia, deliziosa e che accostamenti!!!

    Reply
  • Forno Star 30/04/2014 at 3:54 PM

    Sei stata super brava a rifare il tutto per me e ti adoro ancora di più, se è possibile. E, meno male che l'hai rifatta, cioè, mica mi potevo perdere una delizia come questa! Un secondo poi… e con l'abbinamento con l'aceto balsamico… insomma, super completa!
    Grazieeeeee

    Reply

Leave a Comment