Amore è : Giornata internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne

non una di meno

Ci sono uomini, che pur essendo nati nel XX secolo, hanno una mentalità da MedioEvo.

Ci sono uomini per i quali la parola amore fa rima con possessione.

Ci sono uomini che pensano che la “propria” donna debba fare, dire e pensare quello che vogliono loro.

Ci sono uomini che non sanno gestire un rifiuto.

Ci sono uomini che pur di non lasciare andare la “propria” donna, la picchiano, la mutilano, la bruciano, la fanno a pezzi….La cancellano dalla faccia della terra.

 

Ci sono donne che non sono libere a casa loro.

Ci sono donne che subiscono in silenzio.

Ci sono donne che non capiscono che quello che chiamano amore, in realtà non lo è.

Ci sono donne che vivono “amori” malati e non sanno come uscirne.

 

femminicidio

Siamo nel XXI secolo e siamo costrette ancora a parlarne.

Siamo costrette a fare appelli, a indire giornate come questa: Giornata internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne.

Voglio fare un appello e lo faccio alle madri, tutte: madri di figli maschi e di figlie femmine, ma spero lo raccolgano anche i padri, perchè un figlio, o una figlia, è lo specchio di entrambi i genitori.

Educhiamo i nostri figli nel rispetto di tutti e di tutte le idee.

Educhiamoli al confronto.

Educhiamoli alla parola NO, che tanto ci spaventa.

Insegnamo loro a gestire emotivamente un rifiuto. Qualche NO detto oggi, motivato e costruttivo, renderà i nostri ragazzi UOMINI e DONNE più forti: più forti caratterialmente, più forti emotivamente, più forti nei rapporti con gli altri, più forti ad affrontare il mondo.

Insegnamo loro che l’amore non è possesso.

Insegnamo loro che un amore sano non usa le mani per imporsi.

Insegnamo loro che bisogna ribellarsi alla prima manifestazione di violenza.

Insegnamo loro che l’amore vero è tante cose:  è passione, è cuore leggero, è sorriso sempre stampato sul viso, è  sana e magica follia, ma anche condivisione, tenerezza, sostegno reciproco, scontro e incontro, è sbagliare e chiedere scusa, è piangere e ridere, è  tenersi per mano sempre, è camminare uno di fianco all’altro, è rinascere ogni mattina l’uno nello sguardo dell’altro.

L’amore è mille cose insieme ma NON E’ possesso, NON E’ malattia.

Il 25 novembre è Giornata internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne. Con altre e altri blogger Slowthinking abbiamo pensato di sostenere questa giornata parlandone: nei blog, nei social, con un racconto, una fotografia o qualsiasi altra forma di comunicazione si ritenga utile. L’importante è parlarne.

Qui trovate l’evento.

Partecipate numerosi

 #niunamenos #nonunadimeno #giulemanidalledonne #slowthinking.

 

1 Comment

Leave a Comment