Raviole del Plin a modo mio

Settembre: il mese per ricominciare.
Si ricomincia a lavorare.
Si ricomincia la palestra, anche se per me rimane sempre e solo un pensiero.
Si ricomincia la scuola!! Quest’anno Lorenzo è in prima media, ansia-emozione-preoccupazione-eccitazione sono i sentimenti che lo agitano….che ci agitano.
Si ricomincia col tran tran di sempre e già mi mancano le vacanze estive!!
E ricomincia anche l‘MTChallenge!! E anche qui proprio tranquilla non mi sento …come sempre del resto. Il tema di questo mese sono state proposte da Elisa in un bellissimo post che parla di Langhe, di tradizione e di famiglia. Il tema è

Le Raviole del Plin

 

 

Per la sfoglia

200 g farina
1 uovo 
1 tuorlo
70 g polpa di melanzana

Impastare tutti gli ingredienti insieme e poi avvolgere il panetto ottenuto nelle pellicola. Far riposare in frigo per una mezz’ora.

Ripieno

300 g di patate lessate e schiacciate
150 g di provolone del monaco
origano fresco
sale

Grattuggiare grossolanamente il provolone e mescolarlo alle patate e all’origano.Aggiustare di sale se è necessario

Dal panetto, prelevato dal frigo, prenderne una parte, circa 1/4, (quello che rimane riavvolgetelo nella pellicola altrimenti si secca) e

  1. stenderla sottile sottile.
  2.  regolare i bordi e con un sac à poche sistemare il ripieno sulla pasta. La quantità deve essere pari a una nocciola
  3. Ricoprire con altra pasta e chiudere le raviole con un plin, cioè con un pizzico. Controllare che siano tutte ben saldate
  4. Con una rotella allontanare l’eccesso di pasta e separare i raviolini con un movimento che deve essere sempre da voi in avanti e mai il contrario (questo io l’ho capito dopo, tagliando tagliando)

 

Per il condimento ho scelto dei pomodorini ciliegino che ho semplicemente tagliato a tocchettini e condito con sale, olio, e origano fresco

Ho cotto i ravioli per pochi minuti in acqua bollente salata e una volta scolati ho composto il piatto.

Note:

  • Il sapore dei raviolini rimane troppo delicato se si usa un formaggio troppo dolce o poco stagionato. Ho pensato che il provolone del monaco dolce, ma non troppo, e ben stagionato si abinasse benissimo e infatti a noi è piaciuto molto. Non bisogna lesinare xò anzi!!

 

Con questi Plin Plin partecipo all’ MTChallenge di settembre

 

No Comments

  • Mile 01/10/2013 at 8:45 PM

    come ti avevo scritto su fb, l'aggiunta dell'origano fresco al ripieno già così buono (patate e provolone…da urloooooo!) è proprio ciò che ci vuole!
    bravissima :*

    Reply
  • Nina 22/09/2013 at 7:25 PM

    Ciao cara, complimenti! Questi ravioli sono perfetti!
    Se hai tempo passa da me per partecipare al Link Party "Back to Autumn" su Fragola e Cannella
    Più siamo meglio è!
    Un abbraccio
    Nina

    Reply
  • Nina 22/09/2013 at 7:25 PM

    Ciao cara, complimenti! Questi ravioli sono perfetti!
    Se hai tempo passa da me per partecipare al Link Party "Back to Autumn" su Fragola e Cannella
    Più siamo meglio è!
    Un abbraccio
    Nina

    Reply
  • Francesca 22/09/2013 at 10:35 AM

    Ma quante meraviglie e davvero bello il tuo blog. Mi sono unita ai tuoi sostenitori così da averti sempre a portata di click. Se ti va fallo anche tu. Grazie. Francesca.

    Reply
  • Alessandra Barbone 21/09/2013 at 7:15 PM

    mi sembrano molto appetitose!!!!

    Reply
  • Antonella 21/09/2013 at 2:52 PM

    originale la presentazione!!! brava!

    Reply
  • Debora Bianchi 20/09/2013 at 9:18 PM

    bellissimo e originale l'impiattamento! Poi si sa, io adoro finger food e miniporzioni nel bicchiere! bravissima anche tu! Questo mese abbiamo imparato tutte una nuova ricetta e tutte le sue sfumature

    Reply
  • Rosaria Orrù 20/09/2013 at 9:15 PM

    certo che l'ho cotta ^__^

    Reply
  • cristina b. 19/09/2013 at 11:04 PM

    fantastica interpretazione, complimenti!! veramente un'idea originale quella della melanzana!
    ma…. la pasta l'hai cotta vero? è solo il condimento che è a crudo?
    grazie e in bocca al lupo 🙂

    Reply
  • Patty 19/09/2013 at 9:25 PM

    Geniale! Li adoro, è una dichiarazione d'amore. Melanzana e pomodoro è un matrimonio di pura passione e poi se penso a quel provolone abbracciato alle patate, sento le ginocchia che mi cedono. Passamene un bicchiere che voglio ubriacarmi!
    Grande! Pat

    Reply
  • Caterina - La cucina di Tatina 19/09/2013 at 2:24 PM

    Bellissimi, assolutamente perfetti!

    Reply
  • Fabiola Palazzolo 19/09/2013 at 11:02 AM

    Che dire?? hanno detto tutto quello che pensavo tutti, questo piatto è perfettamente realizzato con ingredienti che amo! Mi piace la presentazione fresca adatta ancora alle nostre temperature.

    Ciao.

    Reply
  • Elisa 19/09/2013 at 9:51 AM

    Wow!
    Posso esordire con un wow?
    Beh ormai l'ho fatto 😀
    Parto dalla sfoglia che con quella polpa di melanzana mi piace molto: sei stata bravissima a calibrare gli ingredienti per ottenere una pasta perfetta. Poi la forma è perfetta e tutto l'insieme è un inno alla tua terra e alla mia, in un'integrazione di sapori unica. Mi piace molto anche il gioco caldo/freddo che rende questo piatto, che in genere si gusta più volentieri nelle stagioni fredde, fruibile anche in estate. Complimenti e grazie!

    Reply
  • Murzillo Saporito 19/09/2013 at 8:54 AM

    Potrei anche uccidere in questo momento per un pò di provolone del monaco…la polpa di melanzana nell'impasto è una genialata.
    Un abbraccio

    Reply
  • lucy 19/09/2013 at 8:16 AM

    da buona piemontese mi sono gustata tutti i vostri ravioli!che bontà anche i tuoi sono super.complimenti.

    Reply
  • Erica Di Paolo 19/09/2013 at 12:39 AM

    Melanzana nell'impasto e origano nel ripieno: l'originalità regna sovrana!!! Bravissima!!!!! Mi piacciono molto!!

    Reply
  • Daniela 18/09/2013 at 11:19 PM

    wowww…la melanzana nell'impasto! Che magnifica interpretazione 🙂

    Reply
  • Francy BurroeZucchero 18/09/2013 at 10:57 PM

    Bellissima versione, originale ma al tempo stesso essenziale e "pulita", con ingredienti che tutto il mondo ci invidia!! grande Sosi!

    Reply
  • Rosaria Orrù 18/09/2013 at 10:45 PM

    aahahahhah mi hai sognato??? un incubo hai avuto!!! ahahahahh

    Reply
  • Rosaria Orrù 18/09/2013 at 10:45 PM

    ciao Ale!! la melanzana che ho usato è quella di una melanzana tonda che ho tagliato a metà…sulla polpa ho praticato dei tagli ho salato e l'ho leggermente oliato..le ho messe con la polpa in giù su una teglia con carta forno e infornato a 180°C fin quando non si sono ben cotte…ho prelevato la polpa cotta e l'ho usata fredda. Ho fatto anche l'impasto che ha dato Elisa e mentre quello tendeva a seccarsi abbastanza velocemente questo rimaneva più …dico "umido" nel senso che non seccava. Sono contenta che ti sia piaciuta! ^_^

    Reply
  • veronica 18/09/2013 at 10:34 PM

    sosi non solo ti ho sognata ma abbiamo fatto un ripieno molto simile ahahhhhahah buonissimi

    Reply
  • Alessandra Gennaro 18/09/2013 at 10:13 PM

    Quando dico che quella che impara più di tutti da questo gioco son io, mica parlo tanto per dire… la polpa di melanzana nella sfoglia, non l'avevo mai sentita. E siccome in intriga moltissimo, ti chiedo qualche spiegazione in più, se non ti dispiace: la metti a crudo oppure è cotta? e se è cotta, bisogna farla asciugare in padella o è meglio lasciarla umida? Per il resto, mi sembra una proposta molto centrata sul tema della sfida, che proponeva il territorio,e assolutamente equilibrata: molto interessante il ripieno, il gioco delle consistenze con il sugo, la scelta del caldo freddo che è una novità assoluta per questo piatto, esattamente come originale è la presentazione: non era facile, reintepretare il raviolo del plin in questo modo così peculiare… brava!

    Reply
  • Cristiana Beufalamode 18/09/2013 at 10:11 PM

    Si dice che ogni inizio di un ciclo scolastico sia un passaggio importante per il bambino e per i genitori…quindi: in bocca al lupo!! I tuoi plin sono esteticamente perfetti…Un abbraccio cri

    Reply
  • lavvocatonelfornetto 18/09/2013 at 8:49 PM

    Mi piace molto la presentazione! Brava

    Reply
  • Paola 18/09/2013 at 8:25 PM

    Sono eterei i tuoi ravioli. Hai reso, nelle foto, un piatto che di solito si associa a un piatto pesante, un qualcosa di assolutamente leggero 🙂 Ne immagino anche la bontà, considerando la presenza nella sfoglia delle melanzane e nel ripieno di patate e provolone del monaco. Mi piace davvero molto questo accostamento di sapori 🙂

    Reply
  • Francesca Calì 18/09/2013 at 7:28 PM

    Meravigliosi!!! brava 🙂

    Reply
  • Sonia 18/09/2013 at 7:27 PM

    caspita che belli! molto azzeccato l'inserimento della melamzana nella pasta, originale! dei ravioli fantastici, complimenti…MTC è un potente antistress, Un abbraccio

    Reply

Leave a Comment